battisti80desktop

gli 80 anni di lucio battisti

lucio battisti - concerti dal vivo

Lucio Battisti ha avuto una ridottissima carriera dal vivo: sono censiti undici concerti nel 1969 e quindici nel 1970, sempre accompagnato dalla Formula 3.

Nel 1969, il 20 luglio, giorno dello sbarco dell’Apollo 11 sulla Luna, era di scena a Carpi, nel locale Grotta Azzurra. L’ultimo concerto live, risulta essere quello al Planta Blanca di Novegro.
Leggi Tutto

Il primo si tenne all’Altro Mondo di Rimini, nel luglio 1969: impresario Franco Mamone, si racconta di un sovraffollamento, con circa quattromila spettatori. In scaletta tutti i maggiori successi, da La mia canzone per Maria a 29 settembre.

Si segnala anche un’esibizione dal vivo, il 27 aprile 1971, con le chitarre acustiche, insieme a Mario Lavezzi, al Circolo della Stampa di Milano, per i giornalisti e i loro famigliari.

Il 12 dicembre 1972, invece, Lucio tiene un mini-concerto andato in onda il 25 dicembre per Radio Rai, nella sala di via Asiago, a Roma: cinque i brani in tutto. Il 23 aprile del 1972, va in scena sempre alla Rai, il celebre duetto televisivo con Mina, dove Battisti viene chiamato come ospite del programma Teatro 10. Ad accompagnare Battisti una band di cinque elementi.

Di tutte le attività in tour non esiste traccia, neppure registrazioni pirata.

Lucio battisti - discografia ufficiale

La discografia ufficiale di Lucio Battisti consta di 19 lp e di 22 quarantacinque giri, pubblicati rispettivamente tra il 1969 e il 1994, e tra il 1966 e il 1982. La sua firma, compresi i brani affidati ad altri interpreti, compare in 203 canzoni, mentre quelli cantati direttamente sono 164.

Sessanta i pezzi insieme a Mogol, quaranta con Pasquale Panella, otto per ciascuno dei cinque album, e dodici con la moglie Grazia Letizia Veronese, nome d’arte Velezia (coautrice nell’intero album Eh già 1982). 
Leggi Tutto

Due attribuite a Battisti, Asciuga le tue lacrime e La vecchia casa, riportano lo pseudonimo GIAS (Già Iscritto Alla Siae). Tra le sue incisioni anche La compagnia, di Sergio Endrigo, e Prigioniero del mondo, di Donida e Mogol. La prima incisione, con i Campioni, risale all’aprile 1965.

Tra le sue canzoni meno note, eseguite da artisti presto dimenticati, Uomini e Io mamma, rispettivamente del 1970 e del 1972, dalla voce di Sara (Borsalini), uscite per la Numero 1.

Dopo la sua scomparsa molti hanno dato caccia agli inediti: sicuramente tra questi va annoverato Il paradiso non è qui, scritta con Mogol, cantata da Ron in un programma televisivo, e le versioni per voce, chitarra e pianoforte di Mi ritorni in mente e 7’40 mai apparse su disco.

Battisti-cantante ha una copiosa produzione sul mercato estero: 3 canzoni in francese, 7 in inglese (l’album Images+un singolo), 8 in tedesco e ben 24 in spagnolo, tutte realizzate nel periodo-Mogol.

Della fase produttiva successiva, nel binomio con Pasquale Panella, non usciranno dischi in lingue diverse dall’italiano. In compenso tutti i disegni delle copertine di quel periodo sono di Lucio.

Nel campionario di canzoni scritte originariamente per altri, e solo in parte poi eseguite da Battisti, si contano 63 titoli. La prima è Se rimani con me, Dik-Dik 1966, le ultime sono Un uomo che ti ama, Bruno Lauzi, e Io ti venderei, Patty Pravo, entrambe del 1976.

Tra i tanti a beneficiare di canzoni battistiane anche Iva Zanicchi, che nel 1972 colloca Il mio bambino sul lato B di un suo singolo: il brano inizialmente doveva essere cantato da Mia Martini.

Le canzoni di Battisti sono tra le più coverizzate della musica italiana: praticamente tutti i nostri maggiori interpreti ne hanno fatto versioni più o meno riuscite. Ma ne esistono anche in lingua straniera, ben oltre i cento esemplari: tra queste se ne trovano in spagnolo (Mina, Raffaella Carra’, Adriano Pappalardo, Cristiano Malgioglio), in francese (Johnny Dorelli, Bruno Lauzi), in inglese (Tanita Tikaram, Mick Ronson, Love Affair, Amen Corner, Dave Clark Five, Cilla Black, Bevis Frond), in tedesco (Patty Pravo), ma se ne reperiscono anche in finlandese, giapponese, jugoslavo, turco, svedese, o espressamente destinati a paesi come Argentina, Venezuela, Colombia, Panama, Stati Uniti, Canada, Belgio, Cecoslovacchia.

Lo stesso Battisti registra nel 1979 una versione in inglese di Una donna per amico, ma l’album non vedrà mai la luce. Esiste solo un singolo promo, con Donna selvaggia donna e Ancora tu.

Rari sono gli autografi di Lucio Battisti, valutati oggi anche 5-600 euro. 

lucio battisti - i suoi rapporti con il cinema

Praticamente inesistenti i rapporti diretti con il cinema: si ricorda il film La circostanza di Ermanno Olmi,1974, che contiene nella colonna sonora alcuni strumentali eseguiti dalla Formula 3 più Vince Tempera (per l’occasione ribattezzato Vincenzo Tempesta): inoltre Battisti suona la chitarra nella sigla dello sceneggiato tv Il circolo Pickwick, 1968, cantata da Gigi Proietti. Titolo La ballata di Pickwick, mai apparsa su disco. Numerosi i film che invece annoverano canzoni di Battisti, riprese dalla discografia ufficiale: tra questi Il grande Blek (Giuseppe Piccioni), Un ragazzo, una ragazza (Marco Risi), Scusa se ti chiamo amore (Federico Moccia), Caruso Pascoski di padre polacco (Francesco Nuti).
Leggi Tutto

 

Nella cittadina lombarda di Molteno dal 1999 al 2008 viene organizzata “Un’avventura.. Emozioni“,  manifestazione di concerti e mostre dedicata a Battisti, in larga parte curata da Italo Gnocchi, considerato il massimo collezionista di Lucio.

Battisti compare nel gruppo fondatore dell’etichetta Numero 1 che esordisce con le pubblicazioni dal 1969, il singolo della Formula 3 e’ Questo folle sentimento/Avevo una bambola. Fino al 1972, legato contrattualmente alla Ricordi, Lucio risulta solamente socio. L’ultimo singolo di cui si avvale la Ricordi sarà Elena no. Dalle file della Numero 1 passeranno e verranno lanciati tra gli altri Edoardo Bennato, l’Anonima Sound di Ivan Graziani, la Premiata Forneria Marconi, Adriano Pappalardo, Eugenio Finardi, Tony Esposito. La Numero 1 resta autonoma fino al 1974 quando verrà acquisita dalla Rca. Dopo un lungo lasso di tempo ha ripreso le pubblicazioni tra ristampe e nuovi progetti alla fine del 2020.

galleria fotografica

Txt-Iscriviti-alla-Newsletter
Txt-Sconto-10
Txt-Sconto-10-center
Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00
NEWSLETTER 1200×800
banner-newsletter-mobile-800×800